Gruppo Carnevalesco

Home » L’associazione » Gruppo Carnevalesco

La vita sociale è una componente molto apprezzata dell’associazione. Spicca l’attività del Gruppo Carnevalesco del Coro Monti Pallidi, formatosi nel 1989 con la prima partecipazione al Carnevale di Laives.

A quell’edizione della più celebre sfilata carnevalesca dell’Alto Adige, il Coro Monti Pallidi presentò l’allestimento di un carro allegorico dedicato al Far West. Da allora, per i successivi 30 anni, è stato un susseguirsi di invenzioni e di grande fantasia.

Ogni anno, il Gruppo si ricompone spontaneamente già a partire dai mesi di ottobre e novembre. Vengono raccolte idee e proposte per poi passare alla decisione circa il tema da sviluppare. Intorno ad esso nasce un’attività febbrile di progettazione, costruzione, studio delle scene e delle coreografie da rappresentare. Anche gli abiti vengono realizzati artigianalmente, così come gran parte degli oggetti portati in parata.

Quando il Carnevale di Laives era ancora un concorso a premi, il Gruppo Carnevalesco del Coro Monti Pallidi arrivò primo per ben otto volte, sia per l’allestimento allegorico che per l’animazione. Primi premi furono ottenuti anche a Bolzano ed al concorso regionale del Carnevale di Arco.

Se la bellezza del carro allegorico onora la bravura dei costruttori, la massa di decine e decine di figuranti che ballano o eseguono movimenti sincronizzati, valorizzati in ciò da costumi coloratissimi, restituisce la sapienza e la maestria degli autori di copioni ben strutturati e leggiadri allo stesso tempo.

Così il divertimento non è mai mancato e da quella prima allegoria del Far West si è arrivati per gradi e con sempre maggiore specializzazione, a realizzazioni complesse non prive di monumentalità, come quelle raffiguranti l’antico Egitto o la Roma imperiale, passando per le figure marine de “La sirenetta” o il sommergibile rosa di “Operazione sottoveste”, attingendo spesso dalle più celebri produzioni disneyane.

Come non ricordare le anime di questo immenso gruppo? Tanti sono i nomi, però qui ci piace menzionarne uno tra tutti: quello del sempre geniale, irrefrenabile Giorgio Trappolin, ovvero la mente, le braccia e il protagonista dei più memorabili carri da sfilata del Coro Monti Pallidi.