APS Monti Pallidi https://www.apsmontipallidi.it Casa Monti Pallidi Wed, 22 Jan 2020 21:36:58 +0000 it-IT hourly 1 https://wordpress.org/?v=5.5.3 https://www.apsmontipallidi.it/wp-content/uploads/2020/01/cropped-favicon-32x32.png APS Monti Pallidi https://www.apsmontipallidi.it 32 32 Le cinquanta primavere del Coro Monti Pallidi https://www.apsmontipallidi.it/manifestazioni/le-cinquanta-primavere-del-coro-monti-pallidi/ https://www.apsmontipallidi.it/manifestazioni/le-cinquanta-primavere-del-coro-monti-pallidi/#respond Thu, 05 Oct 2017 12:10:33 +0000 https://www.coromontipallidi.it/?p=564 Un ricco programma di eventi per la cinquanta primavere attraverserà tutto il periodo dei festeggiamenti Il 2017 è l’anno dei festeggiamenti del Coro Monti Pallidi, il quale compie i cinquanta anni di attività svolti in quell’ambito musicale di nicchia che più ha sublimato le caratteristiche salienti della canzone popolare italiana, ovverosia il canto corale d’ispirazione… Leggi tutto »Le cinquanta primavere del Coro Monti Pallidi

L'articolo Le cinquanta primavere del Coro Monti Pallidi proviene da APS Monti Pallidi.

]]>
Un ricco programma di eventi per la cinquanta primavere attraverserà tutto il periodo dei festeggiamenti

Il 2017 è l’anno dei festeggiamenti del Coro Monti Pallidi, il quale compie i cinquanta anni di attività svolti in quell’ambito musicale di nicchia che più ha sublimato le caratteristiche salienti della canzone popolare italiana, ovverosia il canto corale d’ispirazione popolare, con il rimarchevole apporto dato dai compositori all’invenzione di una tradizione che i più conoscono come “canto della montagna”.

Il Monti Pallidi è sempre stato un interprete generoso di canzoni popolari, attingendo in profondità dal vasto patrimonio di canti recuperati dalle fonti orali, grazie ad appassionati cultori e autorevoli ricercatori, e poi sottoposti ad interventi di raffinata elaborazione armonica in vista di un prodotto da far eseguire a dei cori a voci virili. Nascono in questo contesto le armonizzazioni, molte delle quali eseguite anche dal coro di Laives, firmate da autentici “mostri sacri” come Arturo Benedetti Michelangeli, Renato Dionisi, Nunzio Montanari, Andrea Mascagni (personalità molto diverse tra loro dal punto di vista musicale, ma unite dalla comune esperienza in qualità di docenti presso il Conservatorio di Bolzano).

Fondamentale per la fioritura di un ensemble vocale come il Coro Monti Pallidi, che si caratterizzerà nel corso degli anni per l’ampia gamma e la compattezza sonora, l’efficacia nella rappresentazione di tutte le gradazioni d’espressione, la capacità di comunicare al meglio la propria anima musicale e di interagire profondamente con il pubblico, è l’incontro tra un giovane Sergio Maccagnan, agli inizi di quella che sarà la sua professione d’elezione, l’insegnamento, e uno sparuto gruppo di uomini, alcuni dei quali allora ancora in erba.

Sboccia in quel novembre del 1967 il rapporto, che si protrarrà per quasi un quarantennio, tra il “Maestro” ed una straordinaria materia prima vocata al canto che egli plasmerà impartendo innanzitutto una rigorosa impostazione tecnica e una forte disciplina nell’uso della voce, elementi che Sergio Maccagnan impiegherà a piene mani nella realizzazione di interpretazioni coinvolgenti e talvolta anche travolgenti.

La duttilità e la versatilità dei vari organici succedutisi nel tempo, porterà il Maestro Maccagnan ed i suoi coristi ad affrontare anche pagine di autori contemporanei che impiegano la coralità come modalità espressiva della loro creatività. Qui si trovano alcuni capisaldi del repertorio interpretativo dei Monti Pallidi, come quelli di Bepi De Marzi, piccoli capolavori della musica corale in cui la trama poetica si unisce all’ordito musicale per dare vita a racconti, ricordi, metafore, o per denunciare i problemi del mondo.

L’eredità artistica del fondatore, primo direttore e indiscusso trascinatore, passerà poi nella disponibilità del figlio Paolo Maccagnan, pianista per formazione e vocalmente formatosi alla scuola del padre. Il nuovo maestro agirà fin da subito con il chiaro intendimento di non disperdere il background tecnico maturato fino a quel momento; per dare, pur tuttavia, al repertorio una veste espressiva aderente alla propria sensibilità musicale e per aumentare il cospicuo bagaglio di canti già in possesso del Coro.

All’oggi il Coro Monti Pallidi giunge con un preciso intendimento: ricordare il passato e aprirsi al futuro. «Se di festeggiamenti vogliamo parlare – dice il presidente dell’Associazione, Alberto Magnanini – dobbiamo occuparci di una cosa soltanto: regalare al pubblico quello che ci riesce meglio, cioè cantare».

Da questa dichiarazione di intenti nasce un elegante libretto in italiano e tedesco. «Volutamente – ricordano i membri del coro – perché abbiamo tantissimi estimatori di lingua tedesca, qui da noi, ma anche in Germania, perfino in Svizzera». Si tratta del programma di ben otto appuntamenti che spaziano dalla retrospettiva fotografica, realizzata all’interno delle vetrine dei negozi che si affacciano su via Kennedy a Laives, ai concerti di Natale; dall’incontro con l’autore di un romanzo che rimanda nel sottotitolo alla “Melodia dei Monti Pallidi”, al concerto della Federazione dei Cori dell’Alto Adige dedicato ad Andrea Mascagni; dalla grande Festa dei Cori che costituiscono la variegata famiglia Monti Pallidi, al concerto delle “CINQUANTA PRIMAVERE” presso l’Auditorium di Bolzano.

A proposito di “cinquanta primavere”, il titolo è scaturito dall’idea di simboleggiare tanto un significativo tempo trascorso quanto il rifiorire, anno dopo anno, della vita e della bellezza.
Il primo appuntamento è previsto per sabato 7 ottobre alle ore 10, nel Teatro Gino Coseri di Laives. Si tratta di un incontro pubblico con lo scrittore Francesco Vidotto, autore di “Fabro. Melodia dei Monti Pallidi”, – Mondadori, 2016. Lo scrittore cadorino sarà a Laives per raccontare il suo profondo rapporto con la montagna, la scrittura e la musica, con l’accompagnamento musicale del Coro Monti Pallidi.

La sera stessa, alle 20.30, il Coro Monti Pallidi proporrà il Concerto “Entorno al foch se canta”. La grande Chiesa Parrocchiale di Laives è il luogo prescelto per uno speciale rendez-vous della “famiglia Monti Pallidi” al gran completo. Infatti, in occasione del 50° compleanno delle “camice rosse”, si esibiranno tutte e quattro le realtà corali frutto del genio, dell’invenzione e della passione musicale di Sergio, Paolo e Lorenza Maccagnan, ovvero Coro Monti Pallidi, Piccole Voci dei Monti Pallidi, Artemisia Female Choir, Schola Cantorum.

L'articolo Le cinquanta primavere del Coro Monti Pallidi proviene da APS Monti Pallidi.

]]>
https://www.apsmontipallidi.it/manifestazioni/le-cinquanta-primavere-del-coro-monti-pallidi/feed/ 0
I Monti Pallidi cantano a Bronzolo https://www.apsmontipallidi.it/concerti/i-monti-pallidi-cantano-a-bronzolo/ https://www.apsmontipallidi.it/concerti/i-monti-pallidi-cantano-a-bronzolo/#respond Fri, 19 May 2017 10:09:36 +0000 http://www.coromontipallidi.it/?p=471 Domenica 21 maggio la Haus der Kultur ospiterà  il concerto del coro di Laives Tra Coro Monti Pallidi e il paese di Bronzolo esiste un vero e proprio legame d’affetto. Forse non tutti sanno che, agli albori della sua attività , il coro trovò accoglienza proprio a Bronzolo perché altrove nessuno era disposto a dargli ospitalità… Leggi tutto »I Monti Pallidi cantano a Bronzolo

L'articolo I Monti Pallidi cantano a Bronzolo proviene da APS Monti Pallidi.

]]>
Domenica 21 maggio la Haus der Kultur ospiterà  il concerto del coro di Laives

Tra Coro Monti Pallidi e il paese di Bronzolo esiste un vero e proprio legame d’affetto. Forse non tutti sanno che, agli albori della sua attività , il coro trovò accoglienza proprio a Bronzolo perché altrove nessuno era disposto a dargli ospitalità . Si trattò di una sistemazione provvisoria e in condizioni precarie, pur tuttavia quegli anni rappresentarono una vera e propria scuola di formazione dei coristi, tutti giovani sui vent’anni o poco più provenienti, oltre che da Bronzolo stesso, dai vari comuni del circondario, Laives Vadena e Ora. Gente semplice che la sera dopo il lavoro, due volte alla settimana, si trovava per dare vita ai suoni dei canti popolari insegnati, con grande capacità  e professionalità , da un altrettanto giovane direttore di coro, quel Sergio Maccagnan che si affermò come una delle personalità  più creative e dinamiche del panorama culturale della Bassa Atesina e non solo.
Per ricordare quei bei momenti di 50 anni fa, il Coro Monti Pallidi sarà a Bronzolo domenica 21 maggio, alle ore 20.30, presso la Haus der Kultur, protagonista di un concerto corale assieme a due gruppi corali che a lui fanno riferimento, cioè le “Piccole Voci del Coro Monti Pallidi“, coro di voci bianche, e l’ensemble tutto al femminile di recente formazione “Artemisia”. Mancherà , con grande nostalgia di tutti, l’indimenticabile Maestro Maccagnan, Sergio, segno che cinquant’anni sono passati da quella iniziale stagione che portava con sé i tratti della giovanile esuberanza nonché i sogni della gioventù nata nel periodo della guerra o poco dopo.
Oggi, a dirigere il Coro Monti Pallidi con i suoi 35 coristi, tra i quali possiamo trovare ancora alcuni cantori della prima ora, è Paolo Maccagnan. Oltre a dirigere il coro delle mitiche camice rosse, Paolo è Maestro anche del Coro Artemisia, mentre la bacchetta delle Piccole Voci è tenuta da Lorenza Maccagnan, direttrice molto apprezzata e amata dalle leve dei giovanissimi coristi.
L’appuntamento musicale di domenica 21 maggio è organizzato da un grande sodalizio culturale di Bronzolo, il Circolo Culturale “A. Vivaldi”, il quale festeggia quest’anno la propria quarantennale attività  al servizio della cultura e della comunità  locale.

I concerti di Milano e Caerano

Il Coro Monti Pallidi apprezzato interprete di due emozionanti trasferte canore
I coristi in camicia rossa, con il loro Maestro Paolo Maccagnan, si sono resi protagonisti di due bellissimi concerti a Milano, domenica 23, e a Caerano di San Marco (TV), domenica 30 aprile.
Per il Coro Monti Pallidi sono stati due impegni densi di soddisfazioni umane e artistiche, preceduti da un lungo periodo di studio, affinamento e perfezionamento. Il tutto per giungere al massimo della preparazione musicale e alle modalità  interpretative volute dal loro direttore. Questa è stata la premessa per dare vita e corpo ai due concerti, particolarmente apprezzati dagli uditori che li hanno ascoltati.
A Milano, i Monti Pallidi si sono esibiti nel Salone d’Onore della Casa di Riposo per Musicisti, conosciuta ai più come “Casa Verdi”, davanti ad un pubblico che ascoltava con profonda competenza ed un’accuratezza tale da destare nel coro vibrazioni di rara intensità . L’importanza di Casa Verdi – voluta dal Maestro di Busseto per dare assistenza e ospitalità ad anziani musicisti in precarie condizioni economiche – è nota perché essa costituisce una delle grandi eredità  di Giuseppe Verdi lasciate alla città meneghina. Alla fine, prolungati sono stati gli applausi da parte degli anziani artisti a riposo – e che artisti! – con la richiesta di ben sei bis.
Infine, a Caerano di San Marco (Treviso), alla presenza di uno straordinario poeta contemporaneo e compositore impagabile come Bepi De Marzi, si è concretizzata una vera e propria lezione di musica e di poesia da parte
dell’ensemble vocale di Laives e dell’autore vicentino, il quale si è reso disponibile a presentare questo concerto interamente dedicato alla propria produzione musicale.
Come sempre De Marzi ha parlato, con energia incontenibile e fascino non comune, di un mondo bello e pulito da ritrovare nelle cose semplici, nei riti di una civiltà antica, sobria e gentile, nella natura preservata dall’ingordigia umana.
Cantare le composizione di De Marzi alla presenza di De Marzi è stato sicuramente per il Coro Monti Pallidi di Laives un evento straordinario. Farlo, poi, nella sua terra, il Veneto, un autentico privilegio.

L'articolo I Monti Pallidi cantano a Bronzolo proviene da APS Monti Pallidi.

]]>
https://www.apsmontipallidi.it/concerti/i-monti-pallidi-cantano-a-bronzolo/feed/ 0
I Monti Pallidi cantano De Marzi https://www.apsmontipallidi.it/concerti/monti-pallidi-cantano-de-marzi/ https://www.apsmontipallidi.it/concerti/monti-pallidi-cantano-de-marzi/#respond Thu, 27 Apr 2017 09:02:59 +0000 http://www.coromontipallidi.it/?p=447 Villa Benzi Zecchini ospiterà  l’evento Domenica 30 aprile, ore 17, nuovo concerto del Coro Monti Pallidi. L’ensemble vocale diretto da Paolo Maccagnan, si trasferirà  da Laives (BZ) a Caerano di San Marco (TV) per eseguire un concerto incentrato sulla composizione musicale e poetica di Bepi De Marzi, uno degli autori principi della coralità  d’ispirazione popolare… Leggi tutto »I Monti Pallidi cantano De Marzi

L'articolo I Monti Pallidi cantano De Marzi proviene da APS Monti Pallidi.

]]>

Villa Benzi Zecchini ospiterà  l’evento

Domenica 30 aprile, ore 17, nuovo concerto del Coro Monti Pallidi.
L’ensemble vocale diretto da Paolo Maccagnan, si trasferirà  da Laives (BZ) a Caerano di San Marco (TV) per eseguire un concerto incentrato sulla composizione musicale e poetica di Bepi De Marzi, uno degli autori principi della coralità  d’ispirazione popolare italiana degli ultimi 60 anni.
Bepi De Marzi sarà  presente a Villa Benzi Zecchini, Teatro Maffioli. Anzi, l’autore arzignanese, presenterà  egli stesso il concerto corale.

Il committente, l’Associazione “MusiCaerano” con il suo direttore artistico, Andrea Bambace, ha voluto affidare al coro altoatesino il compito di celebrare il compositore veneto, addirittura in terra veneta!, dove molti sono i gruppi corali che lo interpretano, in primis i famosi “Crodaioli” di Arzignano, diretti dallo stesso De Marzi.

Si tratta di un esplicito riconoscimento alla qualità  musicale raggiunta dai Monti Pallidi, compagine che si trova in una fase artistica molto proficua, forte dei suoi 50 anni di attività  concertistica e di una preparazione certosina garantita da un Maestro di profonda competenza e sensibilità  esecutiva.

I legami tra il coro in camicia rossa di Laives e De Marzi risalgono ai primi anni ’70 del secolo scorso, complice la frequentazione dei concorsi corali nazionali, ove il primo si esibiva come concorrente e il secondo sedeva in giuria.

Si stabilì in quegli anni un’intesa d’arte e di amicizia fraterna tra il musicista vicentino e l’allora direttore (nonché fondatore) dei Monti Pallidi, Sergio Maccagnan, il quale divenne nei decenni uno dei più felici e capaci interpreti della produzione demarziana.

Quell’ampio cantare corale e quelle organistiche pienezze sonore che caratterizzano la musica di De Marzi, – mai disgiunti da una ricchissima poetica, piena di temi, racconti e alti significati – rappresentano ancora oggi una presenza costante nelle esecuzioni del Coro Monti Pallidi.

Chi presenzierà  al concerto di Caerano, potrà godere dell’esplorazione di tutta la gradazione del pensiero, dell’invezione e dell’armonia del grande poeta e musicista di Arzignano.
Per l’occasione, il M° Paolo Maccagnan (che dal padre Sergio ha ereditato il Coro Monti Pallidi) ha allestito il seguente programma di quindici brani:

  • La Sacra Spina;
  • Fiore di Manuela;
  • Maranina;
  • La brasolada;
  • Ilì, ilè, ilò;
  • Monte Pasubio;
  • Balla Marietta;
  • L’acqua zè morta;
  • Arso;
  • Scapa oseleto;
  • El fogo;
  • Sanmatìo;
  • Rifugio Bianco;
  • Dormono le rose;
  • Pavana.

Domenica 30 aprile, alle ore 17, al Teatro Maffioli di Villa Benzi Zecchini – Caerano di San Marco, la musica incontrerà la poesia.

L'articolo I Monti Pallidi cantano De Marzi proviene da APS Monti Pallidi.

]]>
https://www.apsmontipallidi.it/concerti/monti-pallidi-cantano-de-marzi/feed/ 0
Domenica alle 16 concerto a “Casa Verdi” https://www.apsmontipallidi.it/luoghi/domenica-alle-16-concerto-casa-verdi/ https://www.apsmontipallidi.it/luoghi/domenica-alle-16-concerto-casa-verdi/#respond Sat, 22 Apr 2017 16:44:25 +0000 http://www.coromontipallidi.it/?p=443 Nuova prestigiosa trasferta canora del Coro diretto da Paolo Maccagnan Domenica 23 aprile, il Coro Monti Pallidi sarà in Piazza Buonarroti nr. 29 a Milano. Cosa c’è di così particolare a quell’indirizzo? Vi è la Casa di Riposo per Musicisti, conosciuta da tutti come “Casa Verdi”. Si tratta di una struttura fatta realizzare dal Maestro… Leggi tutto »Domenica alle 16 concerto a “Casa Verdi”

L'articolo Domenica alle 16 concerto a “Casa Verdi” proviene da APS Monti Pallidi.

]]>

Nuova prestigiosa trasferta canora del Coro diretto da Paolo Maccagnan

Domenica 23 aprile, il Coro Monti Pallidi sarà in Piazza Buonarroti nr. 29 a Milano. Cosa c’è di così particolare a quell’indirizzo? Vi è la Casa di Riposo per Musicisti, conosciuta da tutti come “Casa Verdi”.

Si tratta di una struttura fatta realizzare dal Maestro di Busseto negli ultimi due anni della sua vita, prima di morire nel 1901 a 88 anni. In quella casa egli volle raccogliere e mantenere persone dell’uno o dell’altro sesso addette all’Arte Musicale “cittadini italiani” in stato di povertà. Oggi, vi trovano riposo, conforto e giusto agio coloro che hanno dedicato la vita alla musica e al teatro.

Ma nella casa vi è anche la cripta in cui sono sepolti Giuseppe Verdi e Giuseppina Strepponi, sua sposa. Vi sono conservati anche tutti i cimeli del Maestro recuperati da Villa Sant’Agata a Busseto e una ricostruzione fedele della sala da pranzo dell’appartamento dei coniugi Verdi a Palazzo Doria, a Genova.

Casa Verdi, tra le altre molteplici attività , offre agli ospiti e ai visitatori anche un ricco e variegato calendario di proposte culturali. E proprio domenica 23 aprile, alle ore 16, presso il Salone d’Onore di Casa Verdi, sarà  la volta del Coro Monti Pallidi, protagonista di un concerto corale in omaggio agli artisti a riposo.

Si percepisce una palpabile trepidazione tra i componenti del complesso vocale di Laives. Pur avendo affrontato numerosi palcoscenici in Italia e all’estero, la consapevolezza di recarsi in un ambiente così carico di valore storico, di significati umani ed artistici, rende questo viaggio unico e prezioso.

Per l’occasione il Maestro Paolo Maccagnan ha preparato un concerto di indubbio pregio musicale, dosando sapientemente un repertorio fatto di pezzi della coralità  classica (quella riconducibile ai grandi armonizzatori di canti popolari trentini, lombardi e piemontesi come Antonio Pedrotti, Renato Dionisi, Arturo Benedetti Michelangeli) e di brani della musica corale d’autore, in cui spiccano i De Marzi, i Malatesta, i Tieppo, i Biebl.

Il programma prevede l’esecuzione di 14 brani: Senti el martelo (R. Dionisi); Oilà Maruska (A. Pedrotti); Ama chi t’ama (R. Dionisi); Il cantico dei cantici (Kambanellis – Theodorakis, arm. di A. Tieppo); Balla Marietta (B. De Marzi); Vien Morettina (A.B. Michelangeli); C’era una giovane (G. Malatesta); Oh, montagne! (G. Malatesta); Maranina (B. De Marzi); A planc cale il soreli (G. Malatesta); L’aqua zè morta (B. De Marzi); Sui Monti Pallidi (S. Maccagnan – F. Brazzo); Ave Maria (F. Biebl); Pavana (B. De Marzi).

Anche questo concerto è stato inserito nella programmazione musicale del 50° anniversario di fondazione del Coro Monti Pallidi.

L'articolo Domenica alle 16 concerto a “Casa Verdi” proviene da APS Monti Pallidi.

]]>
https://www.apsmontipallidi.it/luoghi/domenica-alle-16-concerto-casa-verdi/feed/ 0
Omaggio alle montagne https://www.apsmontipallidi.it/concerti/omaggio-alle-montagne/ https://www.apsmontipallidi.it/concerti/omaggio-alle-montagne/#respond Sat, 15 Apr 2017 08:39:37 +0000 http://www.coromontipallidi.it/?p=431 Pronta la 9^ edizione della Rassegna Corale al Teatro di San Giacomo Sabato 22 aprile, alle ore 20.30, il sipario del Teatro di San Giacomo di Laives si aprirà sulla 9^ edizione della rassegna corale “Alle Montagne”. Vi prenderanno parte il Coro Monti Pallidi di Laives (BZ), il Coro Incanto Alpino della Val di Gresta… Leggi tutto »Omaggio alle montagne

L'articolo Omaggio alle montagne proviene da APS Monti Pallidi.

]]>
Pronta la 9^ edizione della Rassegna Corale al Teatro di San Giacomo

Sabato 22 aprile, alle ore 20.30, il sipario del Teatro di San Giacomo di Laives si aprirà sulla 9^ edizione della rassegna corale “Alle Montagne”. Vi prenderanno parte il Coro Monti Pallidi di Laives (BZ), il Coro Incanto Alpino della Val di Gresta / Mori (TN) e il Coro Stella Alpina di Verona.

Voluta fortemente da due straordinari animatori culturali, Tina Feller e Bruno Barchetti, insieme al direttivo del vivacissimo Centro Culturale San Giacomo Agruzzo a82 e al Coro Monti Pallidi (in veste di co-organizzatore), la kermesse canora fa esplicito riferimento all’amore per le montagne, specialmente quelle dolomitiche. I superbi e incantevoli Montes pàljes (Monti Pallidi, ovvero le Dolomiti in lingua ladina), nel periodo tra le due guerre mondiali videro un forte sviluppo dell’escursionismo alpino, dapprima tra le èlites cittadine e poi sempre più tra i ceti popolari. Questo tipo di turismo portava con sé anche una certa voglia di cantare, quasi un atto liberatorio dalle fatiche quotidiane o dalle preoccupazioni nonché un modo per ricordare l’evento epocale e drammatico di un allora recente passato: la Grande Guerra.

Quel cantare così arioso e disteso, sospinto dalla vastità  dei panorami e dallo spirito di libertà  che le crode e i nevai ispiravano, dette l’avvio ad un fortunato genere musicale basato sulla rivisitazione, mediante un affascinante lavoro di composizione per cori a voci pari (prettamente maschili), delle canzoni popolari d’amore, di lavoro, di partenza, d’osteria, di guerra e altro ancora.

Se, per chi oggi ascolta un concerto corale, la canzone popolare rimanda ai riti della civiltà  pre-industriale, agli eventi storicamente cristallizzatisi e alle vicende minute della gente, la coralità  d’autore invece, pur imitando i tratti salienti del canto corale cosiddetto”di montagna”, raccoglie l’ispirazione di una poetica ancora più vasta che, oltre ad abbracciare i temi più tipici (il corteggiamento, la donna, la bellezza, la festa, il bacio, la mamma, la lontananza, la vita militare ecc.), l’occasione per esplorare anche in chiave allegorica la dimensione più recondita dell’animo umano o le questioni della modernità , come per esempio la salvaguardia dell’ambiente e del paesaggio, lo spopolamento delle montagne che distrugge un’atavica cultura rurale, la tutela della flora e della fauna delle nostre foreste.

Un ampio spaccato di questa forma musicale, sarà  offerto dalla rassegna di sabato 22 aprile, presso il Teatro di San Giacomo. La serata, a ingresso libero, sarà  condotta dalla brillante presentatrice Mara Da Roit.

Foto di copertina: © Alto Adige Marketing/Clemens Zahn

L'articolo Omaggio alle montagne proviene da APS Monti Pallidi.

]]>
https://www.apsmontipallidi.it/concerti/omaggio-alle-montagne/feed/ 0
Diario di viaggio: i concerti di Bologna e Bolzano https://www.apsmontipallidi.it/luoghi/diario-di-viaggio-i-concerti-di-bologna-e-bolzano/ https://www.apsmontipallidi.it/luoghi/diario-di-viaggio-i-concerti-di-bologna-e-bolzano/#respond Fri, 31 Mar 2017 12:49:47 +0000 http://www.coromontipallidi.it/?p=424 Dopo lo splendido concerto a Bologna (19 marzo), invitati dai cari amici Giovanni Gammieri e Giovanna Serra della Parrocchia di Sant’Andrea Apostolo nel quartiere di Borgo Panigale-Reno, con un pubblico tanto entusiasto da richiedere alcuni bis dei nostri canti e al termine del quale il Coro è stato coccolato con una strepitosa cena culminata con… Leggi tutto »Diario di viaggio: i concerti di Bologna e Bolzano

L'articolo Diario di viaggio: i concerti di Bologna e Bolzano proviene da APS Monti Pallidi.

]]>
Dopo lo splendido concerto a Bologna (19 marzo), invitati dai cari amici Giovanni Gammieri e Giovanna Serra della Parrocchia di Sant’Andrea Apostolo nel quartiere di Borgo Panigale-Reno, con un pubblico tanto entusiasto da richiedere alcuni bis dei nostri canti e al termine del quale il Coro è stato coccolato con una strepitosa cena culminata con le “Raviole”, un tipico dolce offerto per la festa del papà , sabato 25 Marzo 2017 il Coro Monti Pallidi è stato invitato dalla Associazione Assistenza Tumori di Bolzano, – riunitasi in assemblea presso la sala congressi dell’APA in occasione del consuntivo 2016 sulle attività del sodalizio – per intrattenere il pubblico presente con due momenti musicali in cui sono stati offerti brani della tradizione popolare e d’autore.

Si è trattato di una partecipazione profonda ed empatica perché queste particolari esibizioni, come quella proposta ai soci dell’Assistenza Tumori, rappresentano una sentita attività da parte del gruppo vocale guidato da Paolo Maccagnan, essendo per il Coro il modo concreto di manifestare una vera vicinanza al mondo dei bisogni sociali e della malattia.

Ora invitiamo tutti voi alla rassegna corale di sabato 22 Aprile 2017, presso il Teatro di San Giacomo, dove, a partire dalle 20:30 comincerà la prestigiosa kermesse corale dedicata “Alle Montagne”, con il Coro Monti Pallidi e altre due compagini corali nazionali. Alla rassegna, organizzata insieme al Centro Culturale San Giacomo Agruzzo 82, non potete certamente mancare.

A breve vi daremo notizie più dettagliate.

L'articolo Diario di viaggio: i concerti di Bologna e Bolzano proviene da APS Monti Pallidi.

]]>
https://www.apsmontipallidi.it/luoghi/diario-di-viaggio-i-concerti-di-bologna-e-bolzano/feed/ 0
Quando cantare è sempre una festa https://www.apsmontipallidi.it/luoghi/cantare-sempre-festa/ https://www.apsmontipallidi.it/luoghi/cantare-sempre-festa/#respond Thu, 16 Mar 2017 11:06:28 +0000 http://www.coromontipallidi.it/?p=411 Oggi vogliamo dirvi di un’occasione speciale. La data è quella di domenica 19 marzo. In quella giornata saremo a Bologna, precisamente in piazza Giovanni XXIII, nel quartiere Borgo Panigale-Reno, dove chiesa e parrocchia sono dedicate a Sant’Andrea Apostolo. Con la Messa delle 11 e il successivo pranzo comunitario, si svolgerà la “Festa della Famiglia” nel… Leggi tutto »Quando cantare è sempre una festa

L'articolo Quando cantare è sempre una festa proviene da APS Monti Pallidi.

]]>
Oggi vogliamo dirvi di un’occasione speciale. La data è quella di domenica 19 marzo. In quella giornata saremo a Bologna, precisamente in piazza Giovanni XXIII, nel quartiere Borgo Panigale-Reno, dove chiesa e parrocchia sono dedicate a Sant’Andrea Apostolo.
Con la Messa delle 11 e il successivo pranzo comunitario, si svolgerà la “Festa della Famiglia” nel corso della quale saranno festeggiati gli anniversari significativi di matrimonio: i 5, 10, 15, 20 anni e oltre.
Il concerto del Coro Monti Pallidi in Chiesa comincerà  alle 15:30 e prevede l’esecuzione di brani d’ispirazione popolare e di autori come De Marzi, Malatesta, Pedrotti, Maiero. Non dimenticando il luogo ove si tiene il concerto, saranno eseguite anche composizioni di carattere religioso.

IL QUARTIERE RENO. LA TRASFORMAZIONE DI UN VILLAGGIO IN CITTÀ.

Il luogo dove si terrà  il concerto del Coro Monti Pallidi è inserito in un particolare ambito urbano della città di Bologna.

Reno era un agglomerato della zona occidentale della città di Bologna, sulla riva destra del fiume Reno da cui prende il nome.
Si costituì in quartiere nel 1986 mediante l’unione di due ex borgate, Barca e Santa Viola, divise da viale Palmiro Togliatti.
L’ex-quartiere Barca nacque come abitato di tipo popolare a seguito della massiccia immigrazione proveniente dall’Italia meridionale negli anni cinquanta e sessanta del Novecento. Tra le abitazioni più peculiari si ricorda il cosiddetto “Treno”, un basso edificio senza soluzione di continuità  lungo complessivamente 600 metri circa. Alle abitazioni vennero collegate aree destinate al verde pubblico e la costruzione di asili, scuole, chiese, centri sociali e sportivi.
All’interno del vecchio quartiere troviamo l’Istituto Tecnico Industriale Statale “Odone Belluzzi” e il “Centro Sportivo Barca” dove si praticano diversi sport: calcio, calcio a 7, hockey su prato, pesca, ciclismo, rugby, e vari sport indoor grazie a due palestre.
Sono presenti anche numerosi centri sociali e ricreativi come il Centro Anziani “Santa Viola”, il Centro Polivalente “Villa Serena”, con sede in una ex casa colonica in via della Barca. Il mercato rionale si tiene la seconda domenica di ogni mese.
Nell’attuale suddivisione amministrativa della città , in vigore dal giugno 2016, il Reno è stato fuso insieme al quartiere di Borgo Panigale, formando così il nuovo quartiere Borgo Panigale-Reno che ha un’estensione di 31,444 km² con una popolazione di oltre 61.000 abitanti.
Appartengono al Reno anche tre parrocchie: la “Beata Vergine Immacolata”, la “Cristo Re” e la “Sant’Andrea Apostolo”. Quest’ultima trae origine da un intervento del cardinale Giacomo Lercaro, arcivescovo di Bologna dal 1952 al 1968, il quale, con suo Decreto datato 4 ottobre 1961, la costituisce come parrocchia urbana.
Sant’Andrea è una comunità  accogliente che si presenta così a chi le si avvicina.
“Siamo sulla sponda occidentale del fiume Reno, guardati dalla Madonna di San Luca che dal colle della Guardia vigila e protegge, e sempre sulle colline ammiriamo l’Eremo di Tizzano che custodisce il prezioso Crocifisso ligneo.
Qui vive la piccola e vivace Comunità di Sant’Andrea Apostolo, che si ritrova in una bellissima Chiesa costruita ormai da vent’anni, la cui forma di cubo bianco si staglia all’interno del villaggio popolare della Barca.
La nostra storia va di pari passo con quella civile di questa terra, la soluzione urbanistica che ci distingue è quella dei “cortili”, che permette una intensa e partecipata popolarità.
Uno dei segni tipici è il palazzone chiamato “Treno”, simbolo del nostro villaggio e, con il suo portico, luogo di negozi e dell’incontro della gente.
Consapevoli che il vero incontro avviene quando uno con l’altro ci si misura con le ricchezze, le diversità e i limiti, se vuoi puoi farti un’idea di chi siamo; e sappi che se questo “viaggio” ti ha aperto domande o curiosità , puoi passare di qui e troverai della “bella gente”

(Fonti: www.comune.bologna.itwww.santandreabarca.bo.it)

L'articolo Quando cantare è sempre una festa proviene da APS Monti Pallidi.

]]>
https://www.apsmontipallidi.it/luoghi/cantare-sempre-festa/feed/ 0
Laives pro terremotati https://www.apsmontipallidi.it/concerti/laives-pro-terremotati/ https://www.apsmontipallidi.it/concerti/laives-pro-terremotati/#respond Mon, 20 Feb 2017 19:23:23 +0000 http://www.coromontipallidi.it/?p=397 Sabato 18 febbraio alle ore 20, presso l’Auditorium don Bosco, il Comune di Laives ha organizzato una serata di beneficenza dal titolo Laives pro terremotati, alla quale era presente una delegazione di abitanti del Comune di Norcia per raccontare la drammatica esperienza del terremoto. In particolare la piccola rappresentanza giunta da Ancarano, ha descritto i… Leggi tutto »Laives pro terremotati

L'articolo Laives pro terremotati proviene da APS Monti Pallidi.

]]>
Sabato 18 febbraio alle ore 20, presso l’Auditorium don Bosco, il Comune di Laives ha organizzato una serata di beneficenza dal titolo Laives pro terremotati, alla quale era presente una delegazione di abitanti del Comune di Norcia per raccontare la drammatica esperienza del terremoto. In particolare la piccola rappresentanza giunta da Ancarano, ha descritto i lunghissimi 90 secondi di paura e di disperazione causati dalla scossa sismica, la più potente tra le migliaia di scosse che ancora oggi non danno tregua a tutta la zona. La località di Ancarano, in Umbria, dista 5,61 chilometri dal comune di Norcia di cui è frazione.

Sono tutte drammatiche le testimonianze delle donne e degli uomini colpiti dal sisma: “Quando mi sono svegliata questa notte per la scossa – dice una donna -ho visto una grossa crepa nel muro, ho fatto appena in tempo a prendere i bambini, fare le scale e uscire”; “È stato un incubo. Ci siamo svegliati alle 3.35 con i mobili che crollavano e i muri che si muovevano di un metro”. Notevolissimi sono i danni dell’intera sequenza sismica che ha colpito l’Italia centrale: dal 24 agosto scorso ad oggi ammontano a 23 miliardi e 530 milioni di euro, di cui 12,9 miliardi si riferiscono ai danni relativi agli edifici privati e 1,1 miliardi a quelli degli edifici pubblici.

È quanto emerge dal fascicolo trasmesso a Bruxelles dal Dipartimento della Protezione civile per attivare il Fondo di Solidarietà  che ha lo scopo di sostenere gli Stati membri dell’Ue colpiti da catastrofi naturali. La stima comprende sia i danni diretti che le ricadute economiche sul tessuto produttivo, sulle reti dei servizi, i costi per la messa in sicurezza delle infrastrutture di prevenzione e per la protezione del patrimonio culturale nonché quelli per il ripristino delle zone danneggiate.

Alla serata di sabato 18 febbraio presso l’Auditorium don Bosco di Laives, sono stati proiettati i documenti filmati che hanno fatto vedere come la distruzione ha devastato una bellissima porzione d’Italia e quanto enormi sono i disagi di ogni tipo che le popolazioni sono costrette a sopportare. È stato illustrato anche il progetto di un edificio in legno che ha come scopo quello di fornire una serie di servizi importantissimi durante l’emergenza, quali cucina, bagni, docce, spazi per mettere le persone a dormire fino alla ricostruzione delle abitazioni. Lo stesso edificio diventerà  poi un luogo per lo svolgimento della vita comunitaria degli abitanti di Ancarano (che sono un centinaio), una volta terminata la fase critica. Alla realizzazione di questa struttura la città  di Laives ha deciso di devolvere tutte le raccolte di beneficenza finora realizzate ed anche quelle ancora in essere.

La serata “Laives pro terremotati” è stata intervallata da momenti di spettacolo e di performance artistiche, offerte da diverse associazioni locali tra cui anche il Coro Monti Pallidi che ha voluto omaggiare gli ospiti di Ancarano e il pubblico di Laives con quattro brani del suo repertorio di canti.

L'articolo Laives pro terremotati proviene da APS Monti Pallidi.

]]>
https://www.apsmontipallidi.it/concerti/laives-pro-terremotati/feed/ 0
Gran Carnevale https://www.apsmontipallidi.it/manifestazioni/gran-carnevale/ https://www.apsmontipallidi.it/manifestazioni/gran-carnevale/#respond Sat, 18 Feb 2017 23:39:38 +0000 http://www.coromontipallidi.it/?p=391 Febbraio è arrivato e come ogni anno il Gruppo Carnevalesco del Coro Monti Pallidi si accinge a prepararsi per i due avvenimenti che si terranno a Laives (19 Febbraio) e a Bolzano (25 Febbraio). Quest’anno il Gruppo Carnevalesco del Coro Monti Pallidi compie 25 anni di attività . Sono stati 25 anni di sorrisi, di scherzi… Leggi tutto »Gran Carnevale

L'articolo Gran Carnevale proviene da APS Monti Pallidi.

]]>
Febbraio è arrivato e come ogni anno il Gruppo Carnevalesco del Coro Monti Pallidi si accinge a prepararsi per i due avvenimenti che si terranno a Laives (19 Febbraio) e a Bolzano (25 Febbraio).

Quest’anno il Gruppo Carnevalesco del Coro Monti Pallidi compie 25 anni di attività . Sono stati 25 anni di sorrisi, di scherzi e di allegria all’insegna di un divertimento non solo goduto per se stesso, ma donato alla città  di Laives, a Pineta e perfino alla città di Bolzano che regolarmente ci ospita.

Se il Gruppo Carnevalesco del Monti Pallidi ha all’attivo 25 sfilate, ben più corposo è il carniere del Carnevale che, nato a Pineta di Laives nel 1978 grazie ad un gruppo di volontari, oggi si presenta con l’edizione numero 40 e viene considerato da tutti come una delle più importanti manifestazioni carnevalesche regionali.

Il nome che più è legato al Carnevale di Laives è quello del compianto Gino Coseri, l’unico irripetibile “Principe del Carnevale“.

Tuttavia, l’aneddottica paesana ci dice che in quel lontano 1978, a Pineta, uno dei principali motori del Carnevale fu un certo Sergio Maccagnan. è, proprio lui, il nostro indimenticabile maestro.

Il Coro Monti Pallidi e il Gruppo Carnevalesco augurano a tutti voi un magnifico carnevale pieno di incontenibile allegria.

L'articolo Gran Carnevale proviene da APS Monti Pallidi.

]]>
https://www.apsmontipallidi.it/manifestazioni/gran-carnevale/feed/ 0
QUANDO IL CANTO È POESIA. Concerti d’eccellenza a Bolzano e Roma https://www.apsmontipallidi.it/concerti/canto-poesia-concerti-deccellenza-bolzano-roma/ https://www.apsmontipallidi.it/concerti/canto-poesia-concerti-deccellenza-bolzano-roma/#respond Mon, 19 Dec 2016 21:44:22 +0000 http://www.coromontipallidi.it/?p=371 Il Coro Monti Pallidi è reduce da due strepitosi concerti corali a Bolzano e Roma, sanciti dagli applausi di grandi pubblici e da critiche davvero lusinghiere. Con il “Concerto dell’Immacolata” dell’8 dicembre, nella Chiesa dei Domenicani a Bolzano, si è aperto uno straordinario fine settimana per il gruppo vocale diretto da Paolo Maccagnan. Uno spaccato… Leggi tutto »QUANDO IL CANTO È POESIA. Concerti d’eccellenza a Bolzano e Roma

L'articolo QUANDO IL CANTO È POESIA. Concerti d’eccellenza a Bolzano e Roma proviene da APS Monti Pallidi.

]]>
Il Coro Monti Pallidi è reduce da due strepitosi concerti corali a Bolzano e Roma, sanciti dagli applausi di grandi pubblici e da critiche davvero lusinghiere.

Con il “Concerto dell’Immacolata” dell’8 dicembre, nella Chiesa dei Domenicani a Bolzano, si è aperto uno straordinario fine settimana per il gruppo vocale diretto da Paolo Maccagnan.

Uno spaccato del ricchissimo repertorio del coro di Laives, tutto incentrato sulla figura di Maria e sulla tradizione natalizia, con abbondanti incursioni nella composizione corale d’autore (da De Marzi a Kedrov a Biebl): è stato questo il filo conduttore del concerto dei Monti Pallidi, organizzato dalla prestigiosa associazione bolzanina “Musica in Aulis“.

Concerto replicato e ampliato in un memorabile viaggio a Roma il 10 dicembre, dentro l’immenso spazio di Santa Maria degli Angeli e dei Martiri, basilica che ha trasformato negli usi le antichissime Terme di Diocleziano.

Un concerto dai suoni dolci del Natale popolare, ma anche da quelli raffinatissimi di diverse architetture armoniche, con elaborazioni per coro a voci pari di brani di compositori come Bach e Charpentier.

Che dire, poi, della rara cura e della assoluta eleganza stilistica con cui sono stati eseguiti “Padre Nostro” di Nikolaj Kedrov e “Ave Maria” di Franz Biebl? Non a caso i Monti Pallidi sono stati recentemente definiti come “apollinei”, un lusinghiero aggettivo che evoca la qualità  di una grazia armoniosa, perfetta; un tipo di grazia associata all’arte classica e alla poesia.

La trasferta romana, allestita con eccellente bravura dal Coroanaroma e dal direttivo dell’associazione di Laives, è stata coronata dall’invito ad una esibizione all’interno della Caserma del Reggimento Corazzieri e dalla partecipazione, in qualità  di accompagnatore musicale, alla liturgia domenicale nella Basilica di San Lorenzo in Lucina.

Ora si avvicina la data di mercoledì 21 dicembre, allorquando il Coro Monti Pallidi innalzerà  la sua voce nella splendida aula della Chiesa parrocchiale di Laives, con inizio alle ore 20:30. Titolo del concerto: “Piccole Cante di Natale”. Per l’occasione si esibiranno anche tutti gli altri membri della famiglia corale Monti Pallidi: il Coro femminile “Artemisia” e le “Piccole Voci dei Monti Pallidi“.

L'articolo QUANDO IL CANTO È POESIA. Concerti d’eccellenza a Bolzano e Roma proviene da APS Monti Pallidi.

]]>
https://www.apsmontipallidi.it/concerti/canto-poesia-concerti-deccellenza-bolzano-roma/feed/ 0